tosta


Pane naturale

impasta

impasta

lievita

pasta acida

paneintegrale

Appena tostato è delizioso.


Istruzioni per l'uso delle ricette.   Il Pane

 

: NO ! al pane industriale, dal dubbio valore nutritivo, dal costo ormai proibitivo. Da scartare per i lieviti chimici: nitrato d'ammonio, bicarbonato di sodio, cremore di tartaro.


Se proprio vi piace, (effettivamente è buono, ma si può vivere anche senza..)., Che almeno sia integrale e fatto in casa, come la pasta. Deve essere fatto con cereali completi ricco di crusca e germe di grano, naturalmente ricco di vitamine e sali minerali.
Lungamente lievitato con pasta acida (vedi foto 2 nel barattolo).

Oggi esistono piccoli elettrodomestici che impastano e cuociono alla perfezione. Ma se volete fare queste semplici operazioni come nello scorrevole , farina integrale e acqua, mescolate, impastate, coprite e fate lievitare.

Quando la lievitazione è pronta impastate nella forma voluta. Infornate!

Si mantiene anche una settimana ed è sempre buono. Il pane industriale invece , specialmente le famose rosette, dopo alcune ore sembrano gomme. Farne non più del necessario per due o tre giorni, in unica pezzatura per evitare le muffe. E approfittare delle vitamine B.

Ecco come fare il pane integrale.

   

tab. a confronto 100 gr. farina

farina bianca

farina integrale

proteine      9 gr

proteine     13 gr

sali minerali 0,5%

sali minerali 2,2%

calcio        14 mg

calcio        50 mg

magnesio  50 mg

magnesio 150 mg

fosforo      90 mg

fosforo     450 mg

K calorie      343

k calorie    321

vit. B6      0,2 mg

vit. B6      0,7 mg

vit. B1      0,1 mg

vit B1       0,6 mg

  
   bilancia

Attenti però alle calorie !


paneIntegrale

paneNoci

paneSemiGirasole

paneSesamo

Pane alle noci:
250 gr. farina integrale
100gr. di segale
220 ml. acqua 20 gr. lievito fresco
50 gr. di noci


 

 

Pane ai Semi di lino
300 gr. farina integrale
100 gr. lievito  pasta acida
220 ml acqua
50 gr. semi di lino.



Pane ai semi di girasole
300 gr farina integrale
100 gr. lievito  pasta acida
300 ml acqua
100 gr. semi di girasole.

 

 

 

 segue..ricette

Ecco alcune ricette.

Pane Semi integrale:

125 gr. farina integrale
125 gr. farina di manioca
100 gr. lievito pasta acida
220 ml acqua tiepida
cottura a 220° 20 minuti +
cottura a 180°

20 minuti raffreddare sulla griglia del vostro forno.

 

 

Pane alla patate: Pane più morbido, come sopra aggiungere all'impasto grossa patata schiacciata in purè.

 

 

Pane alla ricotta: 300 gr. di farina integrale 50 gr. di ricotta 220 ml di acqua 15 grammi lievito fresco.

Treccia ai semi di sesamo:

300 gr. di farina integrale
100 gr. lievito pasta acida.
acqua quanto basta
dopo aver impastato fate una treccia, cospargete di semi di sesamo e infornate.

La farina bianca ha più calorie di quella integrale (per la maggior presenza di amidi) ma circa la metà di tutti gli altri componenti "vitali" quali le vitamine ed i sali minerali.

La lievitazione naturale del pane è un principio di trasformazione degli enzimi dei cereali, quindi consente di ottenere un pane molto digeribile, oltre che buono. gli altri tipi di lievitazione in realtà si limitano a "gonfiare" la pasta, lasciando a metà il procedimento di trasformazione degli enzimi.

Per fare una pasta acida di base si possono trovare mille ricette, tutte riconducibili al principio della fermentazione, ossia unire, alla farina, dei fermentanti, un po' come avviene per lo yogurt. Per essere sicuri che non sia farina con "aggiunta" di crusca, comprare il chicco intero e macinarlo con un frullino.

Per ottenere la pasta acida.
200 gr. di farina, impastare con 100 ml d'acqua (bollire l'acqua del rubinetto e usare tiepida), aggiungere un cucchiaino di miele (meglio se integrale) uno di yogurt o di zucchero integrale , e  anche un cucchiaino d'olio  spremuto a freddo. Ottenuto un morbido impasto si lascia  a lievitare dentro un barattolo di vetro con il coperchio ermetico. La temperatura ambiente (20-22° va bene).

Dopo una notte, aggiungere farina e acqua come sopra. Impastare ancora e lasciare lievitare per due giorni. In questo tempo, annusando l'impasto, si deve sentire un leggero profumo di acido, sintomo della buona riuscita. Usare una parte occorrente e reintegrare sia farina che acqua.

banner