Scriveva Ippocrate
(460 a.C.)
"Il cibo sia   la tua medicina,la medicina sia il tuo cibo".
Consigliava a tutti di mangiare ortaggi,
per restare in salute o guarire!


Le  diete naturali , senza pillole.

Le diete naturali e alcalinizzanti sono le migliori per stare in buona forma senza ammalarsi.


fumettiMarisaPoliani

"Non solo una dieta di frutta e verdura ci farebbe bene, ma servirebbe proprio  a tenere lontane le malattie. Solo tre anni fa, il Rapporto dell'Organizzazione mondiale della Sanità sulla salute nel mondo attribuiva a un insufficiente consumo di frutta e legumi quasi tre milioni di decessi. "                                      

Prof.     Umberto Veronesi Oncologo

 

Una dieta di frutta e verdura !

vitamine

Evita la stitichezza grazie alla elevata presenza di fibre che regolarizzano il transito intestinale. Riduce i rischi di malattie cardiocircolatorie e cancro grazie ad una percentuale di lipidi meno elevata e più equilibrata; riduce il rischio di altre malattie degenerative fra le più comuni della nostra società, come: artrite, artrosi, diabete, obesità, osteoporosi.

Spostando l'equilibrio acido-base dell'organismo verso la alcalinità può prevenire il riacutizzarsi delle patologie cronico-degenerative.

Ciò suggerisce aspetti comuni della cancerogenesi (cioè dello sviluppo dei tumori) a livello dei tratti digerente e respiratorio, forse, almeno in parte, riconducibili a un effetto sicuramente benefico delle vitamine C,  E , e del Beta-carotene.


Centri dimagranti

 

I divi della TV per fare questa dieta , per tenersi in forma , pagano molti , molti soldoni, in centri specializzati in diete dimagranti ! (specialmente dei portafogli !)
Ma, imparare a mangiare bene,  deve essere una abitudine di  tutti i giorni .
attenzione

 

Dimagrire è relativamente facile. Il difficile è mantenere il peso nel tempo. Restando in buona salute.

E' questo lo scopo di imparare una corretta e appropriata alimentazione.

 

La frutta e la verdura,

 

dimezzano il rischio di cancro al pancreas, un tumore difficile da diagnosticare e da trattare e con una sopravvivenza a cinque anni del quattro per cento. La notizia, viene da un gruppo di ricercatori dell' Università di San Francisco.

La riduzione di rischio del 50 per cento si evidenzia negli individui che mangiano almeno cinque porzioni quotidiane di frutta e verdura rispetto a coloro che ne mangiano due porzioni al giorno meno.

Ma non è importante solo il consumo in sé, hanno rilevato gli esperti, bensì pure il modo in cui le verdure sono preparate e associate ad altri alimenti.

Per esempio è risultato più protettivo mangiarle crude (Attenzione ! sempre ben lavate per evitare infezioni ! ) piuttosto che cucinate. Ovviamente hanno sottolineato gli esperti  il loro potere protettivo si perde se sono fritte, come le patatine.

 

Leggi tutto...


ceramiche
torna a index
banner